Incontro con l’autore: Lucia Ventrone ospite della Scuola Media di San Carlo

L’anno scolastico 2017-2018 volge ormai al termine, con un ultimo mese ricco di appuntamenti: verifiche, interrogazioni, programmi da concludere, ma anche qualche piacevole uscita didattica e un inusuale “incontro ravvicinato” con il mondo della narrazione. Venerdì 4 maggio, infatti, la Scuola Media di San Carlo ha avuto il piacere di ospitare l’autrice di “Le ali della prigione”, Lucia Ventrone.

L’opportunità è nata da un omaggio che l’esordiente scrittrice sancarlese ha voluto fare al nostro Istituto, frequentato anche dai suoi due figli. Qualche tempo fa, nel mese di marzo, Lucia Ventrone ha consegnato alla coordinatrice di plesso -professoressa Perrero- il romanzo per ragazzi da lei scritto; in quella occasione, per ringraziarla del gentile e gradito dono, d’accordo con le insegnanti di Lettere, è stato proposto all’ autrice di incontrare i ragazzi delle classi prime e seconde, per dare loro l’opportunità di confrontarsi con una scrittura più tangibile. Un’esperienza davvero unica per i ragazzi di oggi, abituati a vedere il mondo della scrittura (e della lettura) come qualcosa di sempre più lontano, faticoso e, talvolta, addirittura noioso.

Tra le ore 12.00 e le ore 14.00 quindi, all’interno dell’Aula di Musica della Scuola, Lucia Ventrone ha raccontato brevemente il suo romanzo, definendolo una «fantasy corollato da una bella storia d’amore» e incuriosendo i ragazzi, lasciando poi spazio alle tante domande di una platea intransigente e curiosa, quale quella dei nostri giovani alunni.

Il tempo è trascorso rapidamente e ha lasciato un’eco positiva in tutti i partecipanti, molti dei quali avevano già precedentemente acquistato il romanzo, che, nell’occasione, è stato autografato dall’autrice.

Ringraziamo ancora Lucia Ventrone per la partecipazione e la disponibilità, e le auguriamo un futuro ricco di soddisfazioni, anche letterarie.

Siamo sicuri che questo sarà un ricordo indelebile nella mente di molti.

          

Commenti

commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *