ECCO UN MODO DIVERSO E DIVERTENTE PER TRASCORRERE SAN VALENTINO: FARE ESPERIMENTI SCIENTIFICI!

Lo scorso venerdì 14 febbraio le classi prime della Scuola Secondaria di San Carlo si sono recate al Museo del Perché a Torino e, guidati da giovani “scienziati”, i ragazzi hanno fatto qualche divertente esperimento scientifico.

E allora ecco la sala della luce, dove abbiamo visto la luce scomporsi nel passaggio attraverso un prisma, dove abbiamo imparato come funziona la fotosintesi clorofilliana e dove, grazie all’aiuto dei nostri tutors, abbiamo sperimentato come si può estrarre la clorofilla dalle foglie e come si costruisce un semplice cromatografo. Tutto molto interessante…a parte la puzza di alcol che ci ha pervaso le narici!

Dopo una necessaria pausa merenda (viene una fame a far gli scienziati!!!!!)  eccoci in un’altra sala, al secondo piano, dove ci forniscono penna e scheda e ci chiedono di osservare un buffo omino trasparente che galleggia in una bottiglia d’acqua ma che affonda quando la bottiglia viene schiacciata con la mano. E ci chiedono di osservare, descrivere l’esperimento e poi fare delle ipotesi: perché avviene tutto ciò? Difficile da capire… Ci sono ipotesi divertenti, come “E’ magia!”, altre che parlano di pressione, di peso, di gas, di aria…Alla fine il tutor ci spiega che entrano in gioco la legge di Pascal e la legge di Archimede (uhm…chi sono questi signori???) e che si tratta di pressione esercitata e di spinte ricevute da corpi immersi in liquidi. Non facilissimo da capire ma divertente l’esperimento.

Sempre muniti di scheda e penna, ci siamo disposti in piccoli gruppi per creare niente di meno che…un’eruzione vulcanica! Abbiamo seguito una procedura e mescolando in una bottiglia, nell’ordine giusto, bicarbonato, colorante, detersivo per piatti e aceto abbiamo creato una bella fuoriuscita di lava! (be’, non proprio tutti…qualcuno ha voluto bruciare le tappe, non ha seguito le istruzioni e il vulcano è rimasto inattivo!)

E poi si è parlato di cellule: la loro struttura, il loro funzionamento, le tipologie. Che meraviglia osservare le cellule al microscopio!  Infine, spazio allo…spazio! Distanze nello spazio, la Terra vista dallo spazio: molto interessante. Qualche informazione sui concetti di peso/massa, temperatura/calore e via, si torna a San Carlo.

Chissà, forse proveremo a fare qualche esperimento a casa…al piccolo scienziato che è in noi non dispiacerebbe.

Commenti

commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *